Liturgia


 
 
VIVI IL TUO "PRESENTE"
 
Non stimate il vostro valore confrontandovi con gli altri; è la diversità a rendere ciascuno speciale.
Non fissate i vostri obiettivi sulla base di quello che gli altri reputano importante. Siete voi a sapere cosa è importante per voi.
Non considerate come acquisite le cose più belle per il vostro cuore. Agganciatevi ad esse con forza, perché offrono un senso alla vostra vita.
Non lasciate che la vita vi sfugga tra le dita vivendo nel passato o nel futuro. Vivendo una giornata per volta voi vivrete tutti i giorni della vostra vita.
Non abbandonate la scena quando avete ancora qualcosa da dare; nulla è ancora perso finché non lo volete.
Non abbiate paura di ammettere che non siete perfetti; è il fragile filo della nostra imperfezione che ci collega agli altri.
Non abbiate paura di assumere dei rischi; è questo che ci rende coraggiosi.
Non chiudete la vostra vita all’amore dicendo che è impossibile da trovare: darsi delle possibilità è il modo migliore per trovarlo.
Il modo più facile per perdere l’amore è volerlo rinchiudere invece di dargli delle ali.
Non attraversate la vita correndo, così da dimenticare da dove venite e dove siete diretti.
Non dimenticate che il bisogno fondamentale delle persone è di essere apprezzate.
Ieri è la storia, domani è un mistero, il presente è un dono. 
E’ per questo che si chiama « presente ».