Liturgia


 
 
MI BASTA LA TUA PAROLA
 
Signore risorto, non cerco tue tracce tra le pieghe di un tramonto
disseminate tra le stelle, sulla vetta di mille colline
o negli abissi della terra.
Non inseguo fatti portentosi, miracoli a buon prezzo,
visioni o apparizioni
o chissà quanti altri taumaturghi e santoni.
Non vago per il mondo da santuario a santuario
e non attendo un angelo che giunga a lacerare la noia
    di sdolcinate preci.
Non ti chiedo di separarmi dalle mie lacrime,
dalle fatiche dei giorni – delle mie notti,
dalla dura cornice della morte,
mi basta la tua parola,
un pane spezzato insieme,
il silenzio della tua presenza
e la gioia che distilli
dalle trame del mio cuore.
(Francesco Spera)