Liturgia


 
LA MERAVIGLIOSA REALTÀ DELLE COSE
 
 
La meravigliosa realtà delle cose
è la mia scoperta di tutti i giorni.
Ogni cosa è ciò che è.
È difficile spiegare a qualcuno come ciò mi rallegri,
e quanto mi basti.
Un giorno di pioggia è bello come un giorno di sole.
Entrambi esistono, ognuno è come è.
Non ho fretta. Fretta di cosa?
Non hanno fretta il sole e la luna: sono esatti.
Avere fretta è come credere di camminare oltre le gambe
o, con un balzo, saltare al di sopra dell’ombra.
No; non ho fretta.
Se allungo il braccio, raggiungo esattamente il punto
che il mio braccio raggiunge.
Non un centimetro oltre.
Tocco solo dove tocco, non dove penso.
Posso sedermi soltanto dove sto.
E ciò fa sorridere come tutte le verità assolutamente vere.
Ma quel che fa ridere a crepapelle è che noi pensiamo sempre
ad un’altra cosa,
e siamo vagabondi del nostro corpo.
Come un bambino prima che gli insegnassero
ad essere grande,
fui autentico e leale a ciò che vidi e sentii.
(F.Pessoa)