Dentro il Carisma...


 
DOV'È LA NOSTRA FEDE?
 
 
 
 
 
“Credete le verità del Vangelo con una fede viva” (Massime di Perfezione, XIII,1)
 
Anche Gesù, un giorno, aveva posto al centro la questione della fede: “ma quando il Figlio dell’uomo verrà, troverà la fede sulla terra?” E’ una domanda che continua a restare aperta, ad interrogare ogni generazione e che non possiamo non attualizzare: se venisse oggi, troverebbe la fede in me? La domanda aperta di Gesù e l’invito di Padre Médaille vogliono svegliarci dal nostro torpore,  renderci attenti alla realtà in cui viviamo.
“Credete le verità del Vangelo con una fede viva” ; parole che servono ad aprirci gli occhi sulla nostra realtà, sul tempo e sul luogo in cui viviamo, sulla nostra Chiesa.
La risposta non va data subito dando un giudizio sommario sul nostro tempo: tutti sono corrotti, non c’è più la fede e non c’è più rispetto per nessuno. Una risposta che sa di giustificazione, che minimizza, che tranquillizza.
Ma questa non è la “fede viva”.
Anche nel nostro tempo, nella nostra realtà, ci sono persone che hanno questo tipo di fede. Persone che sono preghiera, che non si stancano di pregare e chiedere giustizia, e  il Figlio dell’uomo le troverà sulla terra. In questa nostra realtà in cui tutto deve avere un risultato, tutto deve avere una risposta, velocemente e immediatamente, la preghiera e la fede – in cui non c’è nulla subito, nulla di immediato - non sono protette, non sono blindate, anzi, importunano. Sono letteralmente persone “di altri tempi”.
Eppure sono queste persone, che non si stancano di chiedere che “venga il tuo Regno”, a tenere aperta la porta a Cristo, anche se tutte le forze e tutte le potenze del mondo cercano di chiuderla, talvolta di blindarla.  
Sono queste persone, capaci di “fede viva” a fare sì che nessuno la possa chiudere in faccia a Gesù Cristo. Come la vedova del Vangelo, che continuamente, senza mai venire meno, tutti i giorni importunava il giudice iniquo per ottenere giustizia.
E infine raggiunse il suo obiettivo.
C’è in noi la fede che insiste, che si aggancia al Vangelo, che continua a importunarci, che finirà col romperci la testa, pur di non annullare la domanda: “ma quando il Figlio dell’uomo verrà, troverà la fede sulla terra?”
Non possiamo lasciare che questa domanda resti aperta: che la fede sia viva e feconda nei nostri cuori, nella vita di ciascuno di noi.
In Cristo Gesù.
Amen.