Liturgia


 
 
 
ESSERE IN QUESTO MONDO
 
Perché, o Signore,
tolleri un mondo così ;
un mondo dove risuonano le parole: precarietà,
scioperi, licenziamenti, malattia, paura, violenza…
e tuttavia, Signore,
io amo questo mondo.
E’ in esso che tu mi chiami ad impegnarmi,
a lasciarmi risvegliare dal grido:
libertà, dignità, giustizia, solidarietà,
festa, riconciliazione…
E’ in questo mondo che tu mi chiedi
di esserci e di operare
per ricreare, rinnovare, innovare…
E’ in questo mondo e alla tua sequela
che noi vogliamo assumerci le nostre responsabilità,
camminando senza tutto sapere,
rischiando senza tutto conoscere,
 senza tirarci indietro.
Per cammini di umanità,
cammini di rinascita,
cammini di incarnazione.
 
(Louis Espinal)